Come nasce una cena teatrale?L'idea, la scelta degli artisti, il testo, le musiche, il menu, i vini.

Per riuscire a raccontare la genesi di una cena teatrale come "Romeo&Giulietta Swing" (in scena il 2 marzo 2017) bisogna fare un piccolo viaggio nel tempo. Nel mio tempo.

LA STORIA

In aprile 2016 ricorre il quattrocentenario della morte di William Shakespeare ed in quel periodo, ad ogni teatrante, sembra doveroso rendere omaggio al grande drammaturgo, me compresa. 

Così comincio a pensare a come posso celebrare l'avvenimento.

L'idea che mi balena in testa è di progettare la prossima stagione di cene teatrali (quella 2016/17) interamente dedicata a Shakespeare. La prima persona con cui ne parlo è chiaramente Agnese Benaglia (mia mentore, formidabile scrittrice e grande conoscitrice del concetto "Si può fare").

La sua manzoniana risposta, dopo qualche minuto di entusiasmo, è  "Questa cosa non s'ha da fare, ne domani, ne mai".

In effetti l'idea di prendere ben 4 opere (io, smaniosa di natura, ho già pensato a Romeo e Giulietta, Otello, Macbeth e magari pure Sogno di una notte di mezza estate) sintetizzarle, riscriverle in versione "comica" e averle pronte per ottobre 2016, è una visione quantomeno "ottimistica".   

Così la ben più realista Agnese, accetta di lavorare su una sola di queste (sceglie Romeo e Giulietta), programma lo spettacolo a fine stagione (marzo 2017) e mi dice che avrà pronto un testo dopo le feste, quindi a inizio gennaio; nel frattempo, mi chiede di occuparmi della scelta degli artisti.

Così è.

Mentre lei legge e rilegge, sintetizza, estrapola citazioni, crea un menabò complicatissimo (vedi foto), e trova una nuova veste da commedia ad una delle tragedie più strappacuore del teatro moderno, io trovo un' attrice ed un musicista adatti allo scopo.

Ma facciamo ordine:

L'IDEA

L'idea di accostare la tragedia shakespeariana alla musica Swing nasce per i 40 anni del Dogana, quando Bengi dei Ridillo e gli SwingIngredients accompagnano con il loro "sound" la nostra festa , ed io rivedo con piacere una vecchia conoscenza: il pianista Emiliano Paterlini. 
Dopo un paio di bicchieri giusti, io ed Emiliano ci proponiamo di mettere in scena qualcosa di inedito, insieme; allo stesso modo, sono anni che voglio ritrovare sul palco una grande cantante e attrice come Donata Luani... così da cosa nasce cosa e si forma il trio perfetto per questo Romeo&Giulietta Swing (atto unico per un musico e due attrici versatili).

TESTO E MUSICHE

Arriva l'autunno, e così anche le prime cene teatrali dedicate alla Francia, all'America e all'Inghilterra di cui Agnese è promotrice e direttore artistico; il tempo passa ma di Romeo e Giulietta neanche l'ombra... troppi impegni per tutti, troppo lavoro, troppe influenze. Comincio a perdere la speranza. 
Fino a quando venerdì 27 gennaio alle 2.00 di notte, sento un beep: è una mail di Agnese " Ecco il testo. Ciao".
Io, che nel weekend lavoro, non posso dedicarmi alla lettura fino al lunedì successivo, giorno in cui, morendo di curiosità, stampo il file e finalmente leggo tutto.
Il testo è fantastico: ricco, divertente, mai scontato, pieno di citazioni originali (anche impegnative) ma senza essere pesante... insomma un lavoro perfetto!
A quel punto decido di metterci del mio, chiamo Emiliano e gli chiedo di vederci per decidere la parte musicale... Non passano 24 ore ed abbiamo un testo completo con una colonna sonora swing da far ballare i piedi sotto al tavolo.

MENU E VINI

A questo punto tocca a Marcello creare un menu adatto alla serata.
Mi dice di aver già pensato a qualcosa di veronese e mantovano visto che il nostro protagonista Romeo fa la spola tra Verona e Mantova nella tragedia.
Mi dice anche di aver pensato ai vini... in fondo non è così difficile... la Valpolicella offre davvero ampia scelta.

E OGGI?

Ed oggi, eccomi qui : estremamente felice di essere stata testimone della creazione di questo show e di far parte di un gruppo di artisti davvero incredibile (chef e aiuto-chef compresi)

Credetemi quando vi dico che questo è il lavoro più bello del mondo.


Iscriviti alla nostra Newsletter