Fiere, trofei, amicizie, ricordi. Dal 1993 ad oggi. (Solo per esperti)Il Trofeo Bovi passa la Dogana

Era il 1993 quando Teseo Mazzola titolava il suo articolo sportivo "Il Trofeo Bovi passa la Dogana", quando la squadra di Varini si aggiudicava per la terza volta il torneo e l'ambito "bambino di bronzo", quando una giovane Agnese Benaglia in qualità di assessore alla cultura premiava Varini Leopoldo come miglior portiere, Giorgio Bigi come miglior giocatore e quando Orfeo Falavigna e Pippi Trombelli si battevano per il titolo di Capocannoniere.
Era sempre il 1993 quando venne arrestato Totò Riina dopo 23 anni di latitanza, quando un'autobomba scoppiò nei sotterranei del World Trade Center aprendo le danze al terrorismo islamico, quando a Los Angeles Fellini vinse l'Oscar alla Carriera, quando Toni Morrison fu la prima scrittrice di colore a vincere il Nobel per la letteratura, e quando finalmente nacque mio fratello Leo.
Un anno un bel po' carico di eventi ed emozioni, soprattutto per noi al Dogana. Beh, Leoluca nacque in dicembre, quindi del trofeo strappato alla Zanzara, della folle gioia di quella sera sul campo sportivo, delle urla dei fratelli Messori, delle risate di Cirlin (Enos Malavasi), dei gesti (un po' scomposti) di Guerrino Compagni, e della premiazione da parte di Agnese, lui non può certamente avere ricordo.
Ma io sì, quasi undicenne, ogni sera seguivo il torneo da sotto gli spalti insieme alle mie amiche storiche... E di quella notte, ricordo con gioia la pazza corsa fatta per saltare in braccio a mio padre , al fischio finale di una partita che pareva infinita, al turbinio di emozioni di una bimba che d'improvviso si trovava al centro della scena, nelle braccia del Presidente/giocatore/miglior portiere della squadra vincitrice.
Tuffarsi in quei ricordi è emozionante: io, come quasi tutti i mogliesi giovani e meno giovani che frequentavano il campo durante l'estate, ricordo la pazzesca rivalità tra il comune (Moglia) e la frazione (Bondanello), rivalità che esiste ancora oggi, anche se mitigata da amicizie, matrimoni, parentele e legami indissolubili. Ricordo che allora, il "Bar Dogana" era l'enclave bondanellese a Moglia, una specie di cellula clandestina infiltrata nel tessuto sociale del Comune; ricordo che allora, come oggi, i bondanellesi che venivano a Moglia ci tenevano a distinguersi e viceversa; ricordo che la vittoria del trofeo Bovi da parte del Dogana fu un bel colpo per le squadre di Moglia; e ricordo anche che si vociferasse di una simpatia dell'assessore premiante verso la squadra dei doganieri, e soprattutto verso il portiere vincitore della coppa. Solite voci di paese per sottolineare che i posti in prima fila, quell'anno, erano stati di diritto assegnati alla Frazione e ai suoi abitanti.
Oggi, a distanza di 23 anni, un bel gruppo di ragazzi riesce a far rivivere le emozioni di quel periodo, sul Campino del Prete a Moglia. Le squadre del Bovi ormai non giocano più ma l'entusiasmo, la competizione, la voglia di vincere, sono rimaste le stesse.
Oggi, a distanza di 23 anni, sono felice di sapere che la Coppa per il Primo Classificato sarà sempre "in memoria di Leopoldo Varini".


Ricordati mentre sei qui di dare un'occhiata anche al nostro  MENÙ

Iscriviti alla nostra Newsletter