Fra racconti di doganieri e gnocchetti vintage riscopriamo la nostra storiaFEBBRAIO 2019

Cos’è l’Enoteca Osteria Dogana?

È un’enoteca, certo. Perchè amiamo il buon vino e abbiamo una vera passione per le cantine che producono vini genuini. Basta un bicchiere per assaporare l’onestà, l'etica e il rispetto con cui molte realtà vitivinicole lavorano anche nel nostro territorio.

È un’osteria, senza dubbio. Il nostro menu racconta la tradizione della bassa mantovana e lo fa utilizzando prodotti a chilometro zero, tanta pasta fresca e ricette di famiglia. Lo è anche nel carattere caldo e accogliente, come solo le vere osterie di paese sanno essere.

Ma soprattutto, è una dogana. Non nel vero senso del termine, ma lo è stata nel passato e qualcosa di quel luogo particolare è rimasto.

Se vi diciamo “dogana” cosa vi viene in mente? Merci, via vai di persone, viaggiatori e paesi lontani.

A noi vengono in mente le radici della nostra piccola osteria. Sul confine fra Lombardia ed Emilia, vicino a una caserma di ufficiali austriaci, al suo posto c’era appunto una dogana, un luogo della memoria che ha visto accadere la Storia.

Fra registri e casse di prodotti provenienti da chissà dove, le dogane sono sempre state dei “non-luoghi” sospesi a cavallo di un confine. Ed è qui, su questo terreno permeabile, che il meglio delle cucine del mondo si è fuso e ha dato vita a luoghi unici.

Le dogane sono posti per bucanieri. Per pirati e avventurieri!

Lo ammettiamo: è da un po’ che non si vedono pirati all’Enoteca Osteria Dogana, ma in compenso siamo sempre felici di ospitare gruppi di esploratori del gusto.

Il nostro menu è proprio questo: un viaggio per palati pronti a tuffarsi alla scoperta di sapori nuovi, chicche da veri gourmet e piatti in grado di risvegliare ricordi d’infanzia.

Dai cappelletti della buonanotte, al foie gras che sposa il Gambero di Mazara del Vallo (vi assicuriamo che è un matrimonio d’amore!), alle cene letterarie che ogni mese scoprono la cucina di un paese straniero, l’Enoteca Osteria Dogana invita a lasciare la strada vecchia per intraprendere una nuova avventura gastronomica!

Questo mese ci aspetta un tuffo in ELISIR E FILTRI D'AMORE (La tenacia delle piante... e delle donne), l’appuntamento del Corso di cucina magica con Fabio Bortesi al Caffè Teatro di Gonzaga. Il 13 febbraio sarà una serata di teatro, degustazioni e pozioni magiche: un’occasione unica per festeggiare il mese dell’amore in vero stile Dogana!

Secondo appuntamento da segnare in agenda: la cena teatrale con lo scrittore Mario Ferraguti e le leggende sulle creature magiche degli Appennini, mercoledì 27 febbraio.

Per gli amanti dei sapori di montagna sarà una serata imperdibile, con un menu che comprende Zuppa di funghi di bosco, Lasagnetta verde alle erbe spontanee e cacciagione e una Torta nera tradizionale per concludere in dolcezza.

Fra i nuovi primi, gli gnocchetti di patate “ANNI 70” con crema di gamberi e crumble di spezie racchiudono l’essenza dell’Enoteca Osteria Dogana. Perchè gli umili gnocchi della tradizione diventano davvero speciali nell’abbraccio del mare e delle calde spezie dell’Asia.

E per i doganieri in cerca di un sapore più “oceanico”, abbiamo aggiunto al menu un baccalà alla moda dei Paesi Baschi, che però ha incontrato dei friarielli per strada e ha deciso che, in fondo, potevano essere amici.

PRENOTATE SUBITO per partecipare agli eventi telefonando allo 0376 598 054.

Ci vediamo a marzo doganieri, con nuove storie e nuovi viaggi nel mondo del gusto!

Iscriviti alla nostra Newsletter